Si è concluso il 18.03.2013 il concorso “Sustainable Building Award” organizzato da Construction21,  una piattaforma europea con sei partners nazionali (Francia, Germania, Italia, Lituania, Romania e Spagna), rivolto a tutti i professionisti attivi nel settore edile e delle costruzioni.

Cento sono i casi studio partecipanti al concorso del 2012; tra i primi 10 progetti realizzati, 6 costruzioni sono italiane. Particolare rilevante è che al primo posto sia stato selezionato un edificio realizzato in provincia di Cosenza come Sede uffici della Omnia Energia Spa ed al quinto posto un’ altra costruzione realizzata nel sud italia ad opera del gruppoforesta costruzioni.

L’edificio leccese “case a ballatoio” progettato e realizzato dal gruppoforesta è stato ultimato nel 2012; rappresenta un’eccellenza nel panorama nazionale nel campo dell’architettura contemporanea. E’ il primo edificio sostenibile realizzato a Lecce e regolamentato dal Protocollo ITACA Puglia, superando il livello 3 di sostenibilità (legge 13/08 della Regione Puglia). Lo stesso progetto è stato presentato nel Padiglione Italia durante l’ultima biennale di Venezia, tra gli eventi del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Il gruppoforesta rappresenta una vivace e poliedrica realtà del nostro territorio che interpreta e valorizza attraverso l’architettura e il design l’essenza della nostra terra.

Un modo nuovo e trasversale di essere architetto/imprenditore … di creare economia attraverso un fare architettura che parte dal dettaglio costruttivo e si proietta in dinamiche di mercato, attraverso studi di comunicazione, di fattibilità economica e di valutazione ambientale.

La loro pubblicazione Mas 10 Monitoraggio architettura Salento 2012, edito dalla Libria, inserisce il Salento all’interno del dibattito nazionale sulla qualità architettonica.

Tra le ultime opere realizzate particolare successo hanno riscosso il parco dei bambini, realizzato dal Comune di Lecce, che li vede protagonisti con altri 4 gruppi di progettazione e il logo per Lecce città candidata a Capitale Europea della Cultura 2019.

Lo stesso gruppo già nel 2004 è stato selezionato dal Premio Internazionale d’Architettura Dedalo Minosse, a Vicenza per la migliore opera privata realizzata nel 2003.

Alfredo Foresta, Ester Annunziata, Michele Martina e Tiziana Panareo rappresenteranno il nostro territorio al Metropolitan Solution Forum, che si terrà ad Hannover il 9 aprile 2013 con un edificio la cui particolarità consiste non tanto nella “sostenibilità tecnologica” del manufatto – qualità oramai accessibile e necessaria – quanto nella capacità dei progettisti di coniugare qualità architettonica (attraverso l’interpretazione della casa a corte e case a ballatoio), prestazioni energetiche e soprattutto del genius loci.

“Il recupero non nostalgico delle tradizionali buone pratiche del costruire del territorio, come per esempio l’orientamento rispetto ai venti e al sole, l’uso dei materiali con forte inerzia termica, il recupero delle acque piovane, ha permesso di raggiungere il traguardo della sostenibilità senza ricorrere a soluzioni tecnologiche ed impiantistiche esasperate” Alfredo Foresta.
Per maggiori informazioni relative al Metropolitan Solution visitate il sito:
http://www.metropolitansolutions.de/en/met/trade-show/events/forum
Per leggere la classifica dei primi 10 casi studio classificati, visitate il link:
http://www.construction21.eu/italia/articles/it/ecco-i-risultati-del-sustainable-urban-building-contest.html

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

dodici − 3 =