E’ stato immediatamente scarcerato Daniele Astro, il 20enne di Lecce, commesso in un supermercato, finito agli arresti domiciliari nel primo pomeriggio di mercoledì scorso con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti perché trovato in possesso di circa 39 grami di marijuana. Il gip Carlo Cazzella ha convalidato l’arresto ma non ha accolto la richiesta del pm di applicare i domiciliari disponendo la pena meno afflittiva dell’obbligo di presentazione di Astro negli uffici della polizia giudiziaria. Al cospetto del giudice Carlo Cazzella, il 20enne, difeso dall’avvocato Silvio Giardiniero, si è addebitato il possesso della sostanza stupefacente sequestrata ma ha altresì dichiarato che la droga fosse per un uso esclusivamente personale. L’arresto venne eseguito dagli agenti delle volanti lungo via Rogerone, alla periferia del capoluogo, dove Astro venne intercettato da una pattuglia in compagnia di altri due amici.

F.O.