Tentata estorsione e lesioni personali: questa è l’accusa che ha fatto scattare le manette ai polsi di Palazzo Francesco, 32enne di Salice. Stando alla ricostruzione dei carabinieri, per l’ennesima volta il ragazzo, in preda ad una crisi d’astinenza da stupefacenti minacciava e percuoteva i genitori per finanziarsi la dose. Nel pomeriggio di oggi colpiva con un forte pugno il padre il quale veniva ferito al petto. E’ ricorso all’ospedale di Campi: ne avrà per 20 gg. Su ordine della dott. Ruggiero l’arrestato è stato portato presso la casa circondariale di Lecce.

I carabinieri di Porto Cesareo, sempre questo pomeriggio, hanno sorpreso A.M. a bordo della sua BMW mentre girovagava sull’arenile nei pressi di Bacino Grande. Dal segno delle ruote si evince che la scorribanda era partita dalla zona Belvedere. Per aver devastato un notevole tratto di arenile A.M. è stato quindi deferito in stato di libertà per danneggiamento aggravato e la sua auto è stata sottoposto a sequestro.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

11 + 10 =