La Città di Monteroni, Assessorato alle Politiche Ambientali, oggi a partire dalle ore 18,00, in collaborazione con il WWF Salento e Monteco srl presenterà , con la partecipazione del corpo docente del I e II Nucleo, una importante iniziativa di progettazione partecipata che ha coinvolto i ragazzi dei due Istituti Comprensivi.

L’incontro che si terrà presso Palazzo Baronale, prevede un ricco programma:

Convegno sul tema “Esperienze a confronto sulla progettazione urbana partecipata: Il giardino scolastico e la biodiversità salentina” a cui parteciperanno il Dott. Lino Guido, Sindaco di Monteroni; l’avv. Massimo Lorenzo, Assessore alle politiche ambientali di Monteroni; il dott. Simone Puttin, Urbanista, esperto in progettazione partecipata e il sig. Raffaele Torsello, Perito agrario C.R.A.. oltre ad esperti del WWF Italia.

Significativo sarà l’intervento dei bambini autori dei progetti, con i loro docenti che hanno istituito:

  • Laboratorio di Educazione Ambientale di Progettazione Urbana Partecipata ” Un mondo più pulito”, Istituto Comprensivo Statale  2° Polo di  Monteroni;
  • Laboratorio di Educazione Ambientale di Progettazione Urbana Partecipata “NaturalMente…Naturalisti”, Istituto Comprensivo Statale 1° Polo di  Monteroni, oltre ad esperti del WWF Italia.

Lo scopo dell’iniziativa, promosso dall’amminstrazione comunale di Monteroni, è stato quello di aver avviato con successo un processo partecipato (il primo nel Salento) volto a fare emergere il “punto di vista” dei ragazzi, attraverso un coinvolgimento strategico di insegnanti, genitori, amministratori, tecnici ed esperti del settore, da estendere in un secondo momento, visto il successo dell’iniziativa, anche alle più estete aree verdi del Paese.Le zone oggetto di intervento sono state le aiuole interne delle due scuole,  la cui progettazione è stata affidata ai rispettivi alunni, attraverso un coinvolgimento partecipato, come metodo per giungere a decisioni migliori, proprio perché condivise e favorite dal dialogo con gli Amministratori, per costruire un rapporto di fiducia e di trasparenza con i ragazzi e i cittadini.

I ragazzi hanno programmato i provvedimenti, si sono resi conto concretamente del tipo di intervento da realizzare attraverso anche delle visite in giardini tipo ed incontri interculturali.

I risultati emersi hanno rilevato,  una mancanza di spazi di aggregazione all’interno degli spazi verdi scolastici, poiché privi di panchine e di aree verdi attrezzate, per poter trascorrere qualche momento all’aria aperta , sia didattico che ricreativo.

Inoltre, significativa è stata anche  l’attività di sensibilizzazione degli alunni e dei loro genitori, alla corretta gestione dei rifiuti ed alla raccolta differenziata. I ragazzi, autori dei progetti, hanno visitato il centro di compostaggio dei  rifiuti con la società Monteco, quale partner dell’evento, poiché la detta società ha già donato delle panchine di materiale riciclato da installare negli spazi verdi scolastici.

 

                                                                       

             

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattordici − sei =