“Non rivendichiamo nessun posto in Giunta, ma chiediamo la stessa considerazione degli altri gruppi che sostengono la maggioranza, per poter contribuire in maniera significativa alla prosecuzione del Governo regionale”. Lo ha chiarito il presidente del gruppo consiliare MeP, Antonio Buccoliero, incontrando questa mattina i giornalisti in Consiglio Regionale per fare il punto sulla nuova Giunta varata dal governatore Vendola. “Pur essendo una sua prerogativa, avremmo gradito che nel rimpasto dell’esecutivo, il presidente rispettasse il limite di due assessori esterni – così come previsto dalla spending review – e che non accorpasse due assessorati così importanti come quello della Sanità e dei Servizi sociali. Pur non mettendo in discussione le capacità dell’assessore Gentile, è impensabile che una sola persona possa far fronte a tutte le problematiche, soprattutto in un periodo in cui le emergenze maggiori sono quelle legate all’assistenza, allo stato di indigenza in cui versa un numero sempre crescente di persone”.

Maggiore attenzione dunque alle istanze che provengono dalle fasce più deboli della popolazione, e delle quali i Moderati e Popolari vogliono farsi portavoce, ribadendo la volontà di svolgere un ruolo più incisivo. Buccoliero insiste nel chiedere che Vendola prenda in maggiore considerazione le proposte del gruppo, includendole tra le linee programmatiche, e non esclude la possibilità di un appoggio esterno sui singoli provvedimenti: “Non sosteniamo una maggioranza precostituita ma potremmo riservarci di votare di volta in volta solo i punti che riteniamo più importanti”.

CONDIVIDI