Slide_tribunale-processoE’ stata richiesta la conferma della condanna a 24 anni di reclusione anche in Appello nei confronti di Raffaele Galgano, il 37enne di Squinzano, ritenuto responsabile dell’omicidio di Luigi Russo, l’assicuratore di 27 anni assassinato a Casalabate il 7 dicembre del 2005. Nel corso della requisitoria di questa mattina, il sostituto procuratore Elsa Valeria Mignone ha invocato la conferma della condanna dinanzi ai giudici della Corte d’Assise d’Appello, (presidente Rodolfo Boselli, a latere Antonio Del Coco). Ha parlato anche l’avvocato di parte civile, Pantaleo Cannoletta mentre per il prossimo 15 aprile, dopo l’arringa dell’avvocato difensore di Galgano, il legale Angelo Pallara, dovrebbe esserci la sentenza. Russo e Galgano erano soci della “R&G” un’agenzia che si occupava di pratiche automobilistiche. L’omicidio sarebbe scaturito per un grosso debito (circa 30mila euro per l’acquisto di un’automobile) che Galgano aveva contratto con la vittima e inizialmente depistò le indagini condotte dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Lecce riferendo come Russo avesse contatti con esponenti della criminalità organizzata ma tale pista non trovò riscontri e sotto osservazione finì proprio Galgano arrestato a Mestre dove si era trasferito da tempo.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

6 + dieci =