CRONACA_furto rame foto casrApprofittando del favore del buio ha rubato circa 300 metri di cavi telefonici (più di 120 chili), da ben 12 pali del telefono pubblico, che si trovano nella frazione di Villaggio Resta, al KM.8 della Nardò – Avetrana, ma i carabinieri lo hanno preso e denunciato a piede libero. Si trattta di C.D., 31enne neretino, già noto alle forze dell’ordine.

Stando alla ricostruzione dei carabinieri, l’uomo, si è arrampicato su ben 12 pali del telefono pubblico per tranciare e rubare le linee aeree. Una vera impresa. L’intenzione è di ricavare il rame contenuto all’interno dei fili per rivenderlo. In realtà il bottino sarebbe dovuto essere più cospicuo: nel corso delle complesse ed articolate indagini scaturite dall’evento, infatti, i Carabinieri della Stazione di Nardò sono risaliti ad una ditta autorizzata di Galatone dove il giovane aveva venduto come oggetto rinvenente da pulizia impianti il bene asportato, constatando però che parte di esso era già stato sottoposto a fusione dai dipendenti della ditta stessa che, ignari della provenienza furtiva della merce, avevano proceduto con i trattamenti previsti per tali materiali.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

sedici + 20 =