otranto-gs-(1)Pericolo scampato: i lavoratori del Club Med di Otranto non resteranno a casa nella stagione 2013. La notizia è stata comunicata ufficialmente in tarda serata dal comune dei Martiri: «Si è conclusa la preoccupante vicenda relativa al villaggio turistico di Otranto gestito da Club Med. La società oggi ha sottoscritto un accordo di subgestione con la società BESTAR, la quale dovrà garantire l’apertura del villaggio Santo Stefano per la stagione turistica 2013.Dalle condizioni contrattuali accordate tra le parti, risulterebbe l’impegno della nuova società di gestione a garantire l’assunzione del personale dipendente già di Club Med e parrebbe sia stato anche accordato dalla stessa un impegno di massima a venire incontro alle richieste avanzate dal Sindaco Luciano Cariddi nell’ultima riunione della task force occupazionale, riguardo alla possibilità di assicurare un minimo numero di giornate per i dipendenti assunti.

La nuova società di gestione sembrerebbe avere inoltre l’intenzione di impegnarsi a garantire una maggiore apertura del villaggio durante la stagione, comunque ben oltre le 10 settimane che in media garantiva Club Med».

L’improvvisa decisione di andare via, presa in assoluta solitudine dall’operatore turistico in questione, aveva scatenato le polemiche e aveva spinto le istituzioni a mobilitarsi per risolvere la questione occupazionale. Si sapeva già che Club Med non avrebbe fatto un passo indietro, ecco perché l’unica soluzione era quella di trovare un nuovo operatore. Certo, l’amarezza rimane: «Dispiace constatare in modo definitivo l’andar via della società Club Med con la quale la Città ha avuto sempre buoni rapporti di collaborazione, sin dal lontano 1970, anno in cui fu inaugurato il villaggio.Resta in ogni caso la soddisfazione per aver raggiunto l’obiettivo di garantire che il villaggio non venga chiuso neanche per una stagione e soprattutto per aver assicurato gli attuali livelli occupazionali relativi al personale direttamente alle dipendenze di Club Med, ma relativi anche all’indotto degli appalti di esternalizzazione che il villaggio di Otranto garantiva».

Anche in questo caso l’amministrazione locale ha svolto un lavoro di mediazione difficile, perché il sindaco di Otranto, Luciano Cariddi, ha spiegato che lo Stato, proprietario dell’immobile, si è mosso con indifferenza nelle prime battute della vicenda. Oggi, però, si guarda al futuro cercando di offrire al nuovo operatore buone ragioni per rimanere a Otranto anche in futuro. «Come Amministrazione siamo attenti a seguire l’evoluzione della vicenda e ringraziamo quanti hanno collaborato per il buon esito delle trattative», dichiara il Sindaco Cariddi. «Speriamo che, superato l’impellente problema della stagione turistica alle porte, si possa tutti insieme iniziare a discutere seriamente del futuro del nostro villaggio per trovarci preparati in tempo utile una volta che sarà terminata quest’ultima annualità di contratto che era in capo a Club Med».

 

Eliana Degennaro