SAMSUNGStriscia la Notizia colpisce ancora nel Salento: questa volta a finire nell’occhio del ciclone, pizzicati da Fabio e Mingo, sono alcuni dipendenti della Regione Puglia che lavorano nella sede di Lecce. Tre giorni di filmati e appostamenti che sono stati mandati in onda su Canale 5, ieri, in prima serata: nelle immagini alcuni dipendenti pubblici timbrano e vanno via. Il servizio si apre con il filmato di una dipendente che dopo aver timbrato va in tabaccheria, poi a fare la spesa in un panificio e, quindi, passa il tempo restante a spasso per la città.

Ma non è l’unica impiegata della sede regionale salentina a fare spesa e colazione dopo aver passato i beige: i due inviati di Striscia hanno seguito diversi dipendenti, tutti presi in castagna. Il servizio si conclude con l’intervista alla dirigente Domenica Gattulli, che non può far altro che prendere atto dell’evidenza delle immagini: la responsabile incassa un provolone e promette di avviare i procedimenti disciplinari previsti per gli assenteisti.

Il caso, però, suscita sdegno e sconcerto nella cittadinanza. Salvemini commenta con amarezza: «C’è gente che piange il lavoro perduto, il lavoro mai trovato, il lavoro precario, il lavoro sottopagato, il lavoro in nero.E chi, dipendente a tempo indeterminato della Regione, passa il badge ed esce dagli uffici per fare spese. Come uno sputo in faccia al disagio sociale.La lotta alla povertà può partire punendo chi non ha idea di cosa significa ‘adempiere le funzioni pubbliche con disciplina ed onore’». Paolo Pagliaro, presidente del Movimento Regione Salento, ricorda le sue battaglie contro il lassismo e l’assenteismo in Regione e lancia un «vergogna!» su facebook.

L’assessore regionale al Personale, Marida Dentamaro, promette un duro intervento e spiega che le nuove regole prevedono timbratura e documentazione per ogni uscita, altrimenti si tratta di assenteismo. «Presto saranno istallati i tornelli all’interno di tutti gli uffici», promette la responsabile della giunta Vendola. Ma ormai la figuraccia è fatta.

Garcin

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

venti − 18 =