tar lecce aulaDiminuisce il contenzioso amministrativo, a Lecce come in tutta Italia, a causa dell’entità del contributo unificato, che penalizza la richiesta di giustizia dei cittadini. Lo ha detto il presidente del Tar di Lecce, Antonio Cavallari, in apertura dell’anno giudiziario 2013, illustrando i dati dell’attivita’ relativi al 2012. “L’entita’ del contributo – ha affermato Cavallari – non appare giustificata sia dall’intendimento di ridurre l’entita’ del contenzioso, sia dall’intendimento di far partecipare l’utente alle spese che comporta l’organizzazione del servizio. Questo perche’ un minor introito per controversia sarebbe compensato da un maggior introito per il maggior numero di controversie”Secondo il presidente del Tar di Lecce, invece, “la volonta’ di adire il giudice andrebbe incentivata, perche’ il ricorso al giudice comporta il rifiuto di forme di composizione degli interessi difformi da canoni normativi”. Il massimo esponente del Tar salentino ha quindi reso noti i numeri relativi all’attivita’ degli uffici: nel 2012 sono stati depositati 2107 ricorsi, sono state pubblicate 1835 sentenze (227 delle quali in sede cautelare) e 455 decreti decisori. L’arretrato e’ stato quindi ridotto di 183 ricorsi e ha la consistenza di 4827 procedimenti. Sono state inoltre adottate 546 ordinanze cautelari e 258 ordinanze collegiali, oltre a circa 500 provvedimenti di vario contenuto.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

cinque × tre =