Foto Antonio Castelluzzo
CRONACA_questura foto cas

Sperava che, consegnando spontaneamente una bustina con i semi di marijuana, gli agenti lo lasciassero andare. In realtà, addosso aveva ben altro e, quando ha tentato di disfarsene, è stato subito notato ed è finito nei guai. Gli agenti di polizia hanno arrestato un 22enne leccese, Francesco Rollo, già noto per diversi reati e con precedenti specifici per stupefacenti, risalenti al 2010.

Il giovane è finito nella rete della polizia nell’ambito di servizi anti-droga, predisposti nella zona della stazione e di Piazzale Rudiae, dove il personale del Reparto Prevenzione Crimine e delle volanti, intorno alle ore 21.00 di ieri, ha notato due ragazzi (Rollo e M.L. 23Enne, con precedenti per spaccio)che si aggiravano con atteggiamento sospetto nelle vicinanze di uno scooter, parcheggiato vicino l’ingresso del mercato di Porta Rudiae, a Lecce, lungo viale dell’Università.

L’atteggiamento dei due giovani ha indotto i poliziotti a fermarli per un controllo ma, nonostante il primo accertamento avesse dato esito negativo, i due fermati continuavano a dimostrarsi nervosi ed agitati. Ed è così che gli agenti hanno deciso di accompagnarli in Questura, per una più accurata perquisizione.

Francesco Rollo, nel tentativo di eludere il controllo, ha poi spontaneamente consegnato agli operatori una bustina contenente n.35 semini di marijuana, nella speranza che quel gesto potesse bastare, per evitare che i poliziotti procedessero alla perquisizione.

Tuttavia, il giovane, mentre attendeva nella sala fermati dell’Ufficio Volanti, ha tentato di disfarsi di alcune dosi di marijuana, che nascondeva negli slip, per un totale di circa 0,9 grammi, e di un bilancino di precisione, che era stato occultato in una custodia per apparecchi musicali, in modo da passare inosservato ad un eventuale controllo.

I movimenti repentini del Rollo, tuttavia, non sono sfuggiti agli agenti, che hanno subito recuperato le dosi di droga ed il bilancino, decidendo poi di estendere la perquisizione anche presso la abitazioni dei due ragazzi, che si è conclusa con il rinvenimento, in casa di M.L., di un bilancino di precisione, nascosto nel tiretto della scrivania, e di residui di stupefacente, del tipo marijuana.

Considerato lo stato di flagranza del reato di detenzione a fini di spaccio, Francesco Rollo è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, mentre il 23enne è stato denunciato in stato di libertà, per il medesimo reato.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

due + 14 =