Un gesto blasfemo e vandalico, che ha suscitato sdegno e rabbia, quello portato a termine ieri pomeriggio da alcuni vandali nel centro parrocchiale “San Michele”, appartenente alla chiesa di San Pio, in via Vergine, a Lecce. I teppisti sono entrati ed hanno tentato di incendiare un testo sacro, poggiato sul leggio dell’aula.

L’episodio è accaduto intorno alle 18.10, quando qualcuno si è accorto che il testo sacro era stato dato alle fiamme. Fortunatamente, il libro è stato spento in tempo e non sono stati arrecati ulteriori danni, né al testo né al leggio, andato comunque parzialmente distrutto.
Sul posto, dopo l’allarme dato al 113, sono accorsi gli agenti della sezione Volanti della Questura di Lecce ed i colleghi della polizia scientifica, che hanno eseguito una serie di rilievi, finalizzati alla ricerca di qualche traccia, o impronta, lasciata dagli autori. La struttura non è dotata di un sistema di videosorveglianza. Gli autori, messo a segno il raid, sono scappati a piedi, facendo perdere le loro tracce.