“Dal tentennamento sul se e quando dimettersi da Presidente per andare in Parlamento, alle costituzioni di parte civile a corrente alternata in alcuni processi penali, è gravissimo l’uso politico che Vendola e la sinistra stanno facendo dell’Istituzione Regione Puglia”.

Lo denuncia in una nota il capogruppo del Pdl alla Regione Puglia, e neo eletto Onorevole, Rocco Palese. “Grave la decisione di Vendola di non decidere subito se restare in Puglia o andare a Roma, apparentemente motivata e condizionata non già dalle esigenze dei cittadini e dai tanti e gravi problemi di famiglie e aziende in questo momento crisi economica e sociale, ma da esigenze e calcoli politici della sinistra. Sulla questione delle costituzioni di parte civile della Regione invece – annuncia Palese – presenteremo una interrogazione per chiedere al Governo regionale come mai in alcuni processi la Regione si è prontamente costituita alla prima occasione utile avanzando anche cospicue richieste di risarcimento danni, in altri processi non si è costituita affatto, in altri ancora si è costituita solo nei confronti di alcuni imputati, in altri ancora ha chiesto il risarcimento danni ma non a tutti gli imputati, evidentemente a seconda dei nomi e dell’appartenenza politica dei singoli imputati, inducendo il sospetto che anche in questo caso l’Istituzione Regione venga utilizzata per fini politici. Ribadiamo la richiesta al Presidente Vendola di dire subito ai cittadini pugliesi cosa vuol fare e denunciamo con forza la nostra indignazione per l’uso politico delle Istituzioni”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciotto + quattro =