Politica_gabellone 4cas“Possiamo spronare ciascun cittadino perché, nelle piccole come nelle grandi cose, ponga al centro del proprio comportamento il rispetto della natura”. E’ l’intento da “appuntare” nell’agenda di tutti i sindaci del Salento. Parola del presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone e del difensore civico provinciale Giorgio De Giuseppe, pronti a varare l’importante periodo di preparazione per la Giornata mondiale della Terra, in programma il 22 aprile in tutto l’emisfero nord del pianeta, secondo una tradizione ormai consolidata.

Istituito dal Consiglio provinciale di Lecce lo scorso anno, su sollecitazione del difensore civico, che ha fortemente voluto “portarlo” nel Salento, l’importante appuntamento sarà quindi celebrato per la seconda volta sul territorio salentino lunedì 22 aprile, in concomitanza con quanto avviene già in altri 200 Paesi che, ogni anno e nello stesso giorno, si mobilitano per organizzare e promuovere iniziative a sostegno della protezione e della sostenibilità ambientale, al fine di sollecitare il responsabile ed attivo contributo di tutti alla difesa della natura ed alla salvaguardia dell’ambiente.

“Attraverso un’efficace opera di educazione civica possiamo spronare ciascun cittadino perché, nelle piccole come nelle grandi cose, ponga al centro del proprio comportamento il rispetto della natura. Quanto ignoranza, incuria e dolo incidano nel determinare danni irreparabili lo sappiamo tutti, anche se sembriamo accorgercene allorché la furia degli elementi devasta ciò che ci è caro”, scrivono Gabellone e De Giuseppe in una nota indirizzata direttamente a tutti i primi cittadini del Salento.

“Lo scorso anno, nella nostra Provincia, la prima edizione della Giornata Mondiale della Terra registrò un’incoraggiante partecipazione di Comuni”, proseguono. “Ora, per la seconda edizione, l’obiettivo è che in tutti i centri venga organizzata un’adeguata celebrazione dell’importante avvenimento, sicché la Giornata diventi un appuntamento annuale fisso per verificare il comune impegno a vigilare sull’ambiente”.

L’invito è chiaro: ideare e realizzare autonomamente opportune iniziative, in modo da far partecipare all’evento le rispettive comunità. “Il Sindaco –  al quale la legge demanda “tutte le funzioni amministrative che riguardano l’assetto e l’utilizzo del territorio” – è, ovviamente, il protagonista della manifestazione, la quale è opportuno venga predisposta secondo esigenze e sensibilità locali, d’intesa con le associazioni, gli istituti scolastici ed i cittadini particolarmente sensibili alle questioni ambientalistiche”, sottolineano il presidente Gabellone e il difensore civico De Giuseppe.

La Provincia diffonderà un manifesto celebrativo ufficiale della Giornata, che riproduce il disegno realizzato dal Liceo Artistico statale “Nino Della Notte” di Poggiardo, mentre la manifestazione provinciale quest’anno si svolgerà a Casarano, presso il cineteatro “Manzoni”, con la tavola rotonda “Il futuro del pianeta è affidato all’uomo”, coordinata dal consigliere delegato alla Pubblica istruzione e Politiche educative Antonio Del Vino e alla quale prenderanno parte studenti di istituti scolastici superiori. Subito dopo saranno messi a dimora alberi in una piazza cittadina.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

4 × uno =