2013 3 30 sta bal Min DifIn merito alle notizie di stampa relative all’istanza rappresentata dall’Associazione “lo sportello dei Diritti” sulla situazione infrastrutturale della base logistica “Marina di San Cataldo” cosiddetto “Lido Esercito”, la Scuola di Cavalleria precisa quanto segue: la struttura cui si fa riferimento, realizzata prima degli anni ‘40, a seguito di perizia tecnica sulla sicurezza statica del principale edificio della base, nel 2010, è stata messa in sicurezza, impedendone di fatto la fruizione.

Il ripristino o l’abbattimento della base richiede un investimento consistente, che, al momento, nonostante gli sforzi e la buona volontà del personale preposto, non risulta disponibile per i tagli che le risorse della Scuola e dell’Esercito hanno subito nel corso degli ultimi anni.

Ciononostante, la Scuola ha elaborato alcune opzioni per il recupero o la restituzione dei luoghi nel pieno rispetto delle norme di legge, della tutela del territorio e della fruibilità.

Naturalmente, in assenza di risorse, il processo avviato dalla Scuola, che conta di poter restituire lo stabilimento ed uno dei tratti più belli della costa leccese al suo antico splendore, risulta inevitabilmente rallentato.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

cinque × 1 =