Foto_cocaina_sequestrata_CC_Novoli-2La loro abitazione, nonostante il marito fosse stato arrestato poco tempo fa, era ancora un punto di riferimento per gli assuntori di cocaina. Più volte, infatti, i militari hanno monitorato e documentato il continuo via-vai di tossicodipendenti, che andavano a rifornirsi di cocaina direttamente a casa del pusher.

Per marito e moglie, entrambi già noti alle forze dell’ordine, sono scattate le manette. Si tratta di Mauro Zecca, di Campi Salentina, 35enne, e della moglie Monia De Santis, , 37enne, di Surbo, ma residente insieme al marito in contrada “Chiusurella”, nel comune nord salentino. Il blitz è stato eseguito nella tarda mattinata di oggi, intorno alle 13, quando i carabinieri della stazione di Novoli, i militari della compagnia di Campi Salentina e l’unità cinofila della compagnia dei carabinieri di Modugno, al termine di un’attività info-investigativa, hanno bussato alla porta dei coniugi Zecca ed hanno avviato una minuziosa perquisizione domiciliare.

Durante l’accertamento, sono spuntati 24,75 grammi di cocaina, già suddivisi in 74 dosi, pronte per essere vendute al dettaglio. La droga è stata posta sotto sequestro, mentre marito e moglie sono stati accompagnati in carcere, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.