Slide_polizia-volanteTre anni e mezzo di carcere sono stati inflitti al sovrintendente capo Roberto Tarantini. Assolto invece, perché il fatto non sussiste l’ispettore Giuseppe Rollo. Entrambi sono agenti della Polstrada, attualmente in pensione, accusati di concussione perché avrebbero preteso 5 euro dai camionisti, per chiudere un occhio sulle irregolarità commesse.

Uno in particolare è stato sentito in udienza, oggi, e ha confermato i fatti, che risalgono all’ottobre del 2004.

Nel corso delle indagini, La Squadra Mobile ha raccolto delle immagini che immortalavano i due imputati, assistiti dall’avvocato Francesca Conte, all’opera.

L’accusa, rappresentata dal sostituto procuratore Antonio Negro, che ha ereditato il fascicolo dal collega Imerio Tramis (oggi alla Procura minorile), aveva chiesto per entrambi una condanna a tre anni di carcere.

Il processo si è svolto davanti alla prima sezione penale dei Tribunale di Lecce, presieduta dal giudice Stefano Sernia.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 × uno =