Un anno e due mesi di reclusione è la condanna inflitta ai danni di Damiano Calò, di Martano, 25enne con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane ha scelto la via più breve per essere giudicato patteggiando la pena, pena sospesa, davanti al gup Simona Panzera. I suoi avvocati Mariangela Calò e Giovanni Caracuta aveva concordato la pena con il sotituto procuratore Paola Guglielmi e a Calò. L’uomo venne arrestato in flagranza di reato nel gennaio scorso quando venne trovato in possesso, complessivamente, di 0,7 grammi di cocaina, 74,6 di hashish contenuti in due involucri, 20 grammi di sostanza da taglio per il confezionamento delle dosi e un bilancino di precisione. I carabinieri della stazione di Martano eseguirono un controllo all’autovettura, una Bmw, all’interno del piazzale del distributore carburanti “Totalerg” e venne sequestrata la droga. Calò si trova tuttora in libertà perché scarcerato il 22 aprile.

F.O.

 

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.