Brando-De-Sica,-Carlo-Verdone,-Alberto-La-Monica-e-Luca-VerdoneGrande successo di pubblico e critica per la XIV edizione del Festival del Cinema Europeo che ha visto un forte incremento di spettatori.

L’Ulivo d’oro è stato assegnato a LOVING di Slawomir Fabicki. Il film polacco racconta la storia di Maria e Tomek, una coppia moderna che sembra vivere in un mondo perfetto. Loving indaga sull’amore e sulle sue molteplici facce, dalla paura all’abbandono totale, senza tralasciare gelosia e perdono.

Il regista Claudio Giovannesi, con ALÌ HA GLI OCCHI AZZURRI, si è aggiudicato la quarta edizione del Premio Mario Verdone, consegnato dai figli Carlo e Luca e dal nipote Brando De Sica. Nella terna dei registi in gara scelti dal comitato di selezione composto da Laura Delli Colli, Marcello Foti e Alberto La Monica, c’erano anche Francesco Amato per COSIMO E NICOLE e Ivan Silvestrini per COME NON DETTO.

Il Premio SNCGI al miglior attore europeo è andato a Wolfram Koch interprete del tedesco OUR LITTLE DIFFERENCES di Sylvie Michel.

Accanto alla competizione dei 10 lungometraggi europei, il Festival del Cinema Europeo ha riproposto il concorso Puglia Show per premiare un giovane regista pugliese. Il vincitore di questa edizione è Vito Palmieri per il cortometraggio intitolato Matilde. La giuria composta da Ugo Lo Pinto, Cosimo Damiano D’Amato e Piero Marsili Libelli, gli ha assegnato il Premio CNC, il Premio AUGUSTUS COLOR e per la prima volta anche un Premio in denaro di 1.000 euro, offerto dalla Contessa Maria Josè Petruzzi di Pietroforte. Inoltre, la menzione speciale della giuria Puglia Show è andata a Rumore bianco di Alessandro Porzio.

Durante i sei giorni, la manifestazione salentina ha presentato circa 150 pellicole all’interno delle numerose sezioni che quest’anno hanno visto protagonisti il regista finlandese Aki Kaurismaki e Francesca Neri. A entrambi sono state dedicate una Mostra fotografica e la retrospettiva dei film realizzate in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia.

 

Di seguito tutti i premi:

 

CONCORSO DI LUNGOMETRAGGI EUROPEI

I dieci film europei in lingua originale, selezionati da Cristina Soldano, sono stati giudicati da una Giuria Internazionale, composta da Grazia Volpi (produttrice), Maya Sansa (attrice), Claudia Landsberger (Direttrice di EYE International-Film Institute Netherlands), Andriy Khalpakhchi (Direttore Molodist Film Festival-Kiev), Leon Lucev (attore).

Tutti i premi:

 

Ulivo d’Oro al Miglior Film a LOVING di Slawomir Fabicki (Polonia, 2012)

Premio per la Migliore Fotografia a SILENT ONES di Ricky Rijneke (Olanda/Ungheria 2013)

Premio per la Migliore Sceneggiatura a THREE WORLDS di Catherine Corsini (Francia, 2012)

Premio Speciale della Giuria a THE ALMOST MAN di Martin Lund (Norvegia, 2012)

Premio di 5.000euro a SHIPS di Elif Refig (Turchia, 2012)

Premio S.N.G.C.I. per il Miglior Attore Europeo a Wolfram Koch che ha interpretato OUR LITTLE DIFFERENCES di Sylvie Michel (Germania, 2012).

Premio Officine Lab al Miglior Attore non Protagonista a Roland Rába che ha SILENT ONES di Ricky Rijneke (Olanda/Ungheria 2013)

Premio Cineuropa assegnato dalla giuria composta da Luciana Castellina (Presidente Onoraria Cineuropa), Amra Baksic Camo (Direttrice Cinelink, Sarajevo Film Festival) e Guillaume Calop (General manager Les Arc Film Festival), a THE DEAD AND THE LIVING di Barbara Albert (Austria, 2012)

 

Premio FIPRESCI assegnato da una giuria internazionale di critici cinematografici (Karin Svensson, Marie-Pauline Mollaret, Ignazio Senatore), a SHIPS di Elif Refig (Turchia, 2012)

 

Premio Cinecibo a IL PASTICCIERE di Luigi Sardiello (Italia, 2012)

PREMIO EMIDIO GRECO

La giuria composta dal direttivo del CNC, dal Festival e dalla Famiglia Greco ha assegnato il premio a TIGER BOY di Gabriele Mainetti.

 

CONCORSO PUGLIA SHOW

La giuria composta da Ugo Lo Pinto, Cosimo Damiano D’Amato e Piero Marsili Libelli, ha assegnato a Matilde di Vito Palmieri il Premio CNC, il Premio AUGUSTUS COLOR e per la prima volta anche un Premio in denaro di 1.000 euro, offerto dalla Contessa Maria Josè Petruzzi di Pietroforte.

Menzione speciale della giuria a Rumore bianco di Alessandro Porzio.

Leonardo Bianchi

 

 

 

 

 

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

4 + 1 =