francesca-neri«E’ il primo omaggio alla mia carriera e sono sconvolta. Mi fa piacere tornare in Puglia, terra che conosco molto bene». Ha esordito così Francesca Neri, l’attrice trentina omaggiata al Festival del Cinema Europeo che le dedica una retrospettiva. In realtà la Neri a Lecce c’era già stata, in occasione della prima edizione del Festiva, di cui è stata madrina. Tredici anni dopo, torna da protagonista. A lei è dedicata anche una mostra fotografica allestita presso l’ex Monastero dei Teatini. «Ci sono stata e mi ha emozionato molto. Ci sono pezzi della mia vita in tutti quei film. E’ stato bello rivedermi con due registi che non ci sono più e che hanno segnato la mia carriera, Massimo Troisi e Bigas Luna ». E’ sembrata un po’ imbarazzata, l’attrice di “L’età di Lulù” all’incontro con i giornalisti , mentre Claudio Amendola, suo marito, presentava, a Roma, “ La mossa del pinguino”, il suo film d’esordio come regista. « Mi piace molto questo nuovo ruolo di moglie di un regista». A condividere con suo marito il set de “ I Cesaroni” invece, la Neri non ci pensa nemmeno: «Non amo le serie lunghe. Non ho alcun pregiudizio sulla televisione. E’ un caso che per il piccolo schermo abbia fatto solo “ La signora delle camelie”. Ma preferisco il cinema. Da spettatrice mi emoziona molto di più ad andare in sala».

Al cinema americano la Neri preferisce quello spagnolo: «Mi sento più vicina al cinema spagnolo. Sto pensando di tornarci, ora che mio figlio è più grande e mi è consentito di viaggiare». I tre film spagnoli, i primi due con Bigas, il terzo con Pedro Almodovar ( “ Carne tremula”, in proiezione questa sera alle 21), le hanno cambiato la vita « Mi hanno formato non solo come attrice ma anche come donna. Devo molto a Bigas che mi ha permesso di essere conosciuta in Italia ed in Spagna. Era molto poco regista e molto più artista. Amo allo stesso modo Pedro anche se il nostro rapporto è stato tutt’altro che facile, come accade per ogni attore che lavora con lui».

Dopo una lunga pausa dal set, la Neri è tornata in sala interpretando il personaggio di Alice nell’ultimo lavoro di Genovesi “ Una famiglia perfetta”: « Mi sono molto divertita in questo film. Paolo mi ha proposto di fare una parte del tutto nuova, ed io ho accettato volentieri . Avevo voglia di fare una commedia, di ricominciare ».

Produttrice di Melissa P. nel 2005 Francesca Neri sembra preferire la recitazione « E’ molto difficile fare due cose : l’attrice e la produttrice. Ho scelto il momento peggiore per produrre». Sempre attenta ai giovani talenti emergenti aggiunge: « Oggi produrrei Pippo del Bono».

Stasera l’attrice, romana d’adozione, incontrerà Carlo Verdone con cui, vent’anni fa, ha recitato in “ Al lupo, al lupo”. Alla domanda “torneresti sul set con lui?” risponde: « Io e Carlo siamo amici. Lui giustamente predilige le giovani attrici del momento. E’ nel suo stile».

Sul set la Neri ci va invece con Noel Clarke in una produzione inglese di cui sarà protagonista. Parte del film sarà girata in Italia, a Firenze, ci confida.

Eliana Degennaro

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 × tre =