Sono otto le squadre che, domenica 21 aprile, sui campi del centro sportivo CAT di Lecce, onoreranno la fase locale della Gazzetta Cup, il più grande torneo d’Italia per ragazzi di calcio a 5 e calcio a 7 realizzato da La Gazzetta dello Sport, in collaborazione con il Centro Sportivo Italiano, e giunto alla quinta edizione, che permette a migliaia di calciatori in erba di crescere, divertirsi e sognare.

Due le categorie in gara: la Junior (nati dall’1 gennaio 2002 al 31 dicembre 2003), che giocheranno a calcio a 5, e la Young (nati dall’1 gennaio 2000 al 31 dicembre 2001), impegnati nel calcio a 7.

Sette le squadre della categoria Young che si affronteranno in un girone all’italiana, con gare di sola andata della durata di 15′ l’uno: CSI Acaya, l’Oratorio Santa Rosa di Lecce, la Polisportiva Olimpica di Salignano, il CSI San Domenico Savio di Merine, l’As Sinite Parvulos di Vernole, il circolo parrocchiale CSI di Acquarica e l’Oratorio S. Ippazio di Tiggiano.

Sempre sette, le formazioni che si sfideranno nella categoria Young in un girone all’italiana con gare di sola andata, divise in due tempi da 15′: Gioventù Scorrano con ben tre compagini, la Polisportiva Olimpica di Salignano, l’Oratorio S. Maria ad Nives di Strudà, l’ITCA di Galatone e l’Oratorio S. Francesco d’Assisi di Andrano.

Le partite inizieranno alle ore 9 e termineranno intorno alle 13.30. Le squadre vincitrici di ogni categoria acquisiscono il diritto a partecipare alla fase regionale che si svolgerà a Bari il 18  maggio prossimo. Anche quest’anno, dopo lo splendido esito della scorsa edizione, la fase finale avrà luogo, martedì 11 giugno, allo stadio Meazza di Milano.

L’organizzazione della fase locale è stata affidata al Csi Lecce che, a poche ore dal via della manifestazione, non nasconde il suo entusiasmo per avere avuto la possibilità di organizzare una fase locale di grande impatto e di assicurato divertimento. “Ospitare una tappa della Gazzetta Cup nella nostra città – afferma Marco Calogiuri, presidente del CSI di Lecce – è un onore, sia per noi che per lo sport leccese, una bella occasione, per le squadre che hanno accettato di partecipare, di vivere una esperienza intensa e di prestigio.

Ancora una volta il CSI dimostra di mettersi al servizio dello sport e della città. Sono orgoglioso del nostro Comitato provinciale e dei suoi operatori volontari, che hanno accettato una sfida impegnativa per dare alla nostra città l’opportunità di partecipare al più grande torneo sportivo giovanile del Paese”.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

venti − 10 =