Sport_memmi tommasoCi siamo. La 33^ edizione del Challenge Rallies Nazionali di Settima Zona è al via ed inizierà domani con il 20°Rally Città di Casarano, primo degli otto appuntamenti della serie promossa dalla Federazione ACI-CSAI e che riunisce alcune delle più belle gare del centro e del meridione d’Italia. A dispetto della crisi economica che ha comunque generato una flessione nel numero di adesioni, la gara  con i suoi 55 iscritti è in grado di assicurare agonismo e spettacolo grazie anche ad un percorso impegnativo che mette in risalto le doti sia di chi guida che della vettura.

E a proposito di vetture il confronto sportivo di vertice vivrà della sfida tra le Peugeot 207 S2000 e le Mitsubishi Lancer Evo X ed Evo 9 nelle versioni R4 e N4. Una sfida tecnica che più opposta non potrebbe essere. Motori aspirati con cambio sequenziale per le S2000 contro motori sovralimentati dotati di flangia maggiorata alla turbina per le N4 e particolari alleggeriti per le R4. Differenze tecniche non di poco conto, amplificate dal fatto che le S2000 a Casarano hanno vinto 3 volte negli ultimi 4 anni, le R4 dodici mesi fa hanno conquistato i due gradini più bassi del podio, mentre le N4 sono tornate a trionfare nelle prime gare di questa stagione rivitalizzate proprio dalle concessioni varate dalla Federazione che ha deliberato 3 millimetri d’aria in più all’aspirazione, il che in termini pratici, si potrebbe tradurre in un incremento di potenza stimato intorno ai 30-40 cv.

Sulla carta la rosa dei favoriti appare ristretta a tre equipaggi ma la corsa potrebbe sempre riservare delle sorprese. Il ruffanese Francesco Rizzello iscritto con una Peugeot 207 S2000, vettura con la quale ha vinto le due precedenti edizioni della gara, rimane l’avversario di riferimento per tutti. Ma a puntare dritto alla vittoria contando appunto sui tanti cavalli della Mitsubishi Lancer Evo X N4 è il barese Francesco Laganà, pilota d’esperienza che il “Casarano” lo ha vinto cinque volte e che è reduce dal successo alla Ronde Terra di Argil. Tra i principali indiziati per la vittoria anche il sannita Nicola Pagnozzi che ha sempre dimostrato grande temperamento e che disporrà di un’altra Lancer Evo X ma in versione R4. Loro tre i favoriti, ma ricca anche la concorrenza che avrà nel fortissimo vivaio rallystico salentino gli altri protagonisti con Giuseppe Albano e Fernando Primiceri entrambi su 207 S2000, pronti a inserirsi nella lotta per il successo. Spunti velocistici di vertice potranno arrivare dal leccese Marco De Marco, dal ciociaro Luca Corsetti con le Lancer R4, dal salentino Maurizio Di Gesù e dal romano Emanuele Silvestri che invece saranno al volante di due diverse New Clio R3C. La battaglia per la vittoria tra le due ruote motrici che potrebbe valere anche un posto nei piani alti della top ten vedrà coinvolti anche Davide Stefanelli, all’esordio sulla Citroen DS3 R3T, Pierpaolo Zompì e Alessio De Santis su Clio S1600. Una gara dunque il “Casarano“ 2013 che si preannuncia carica di presupposti, non facile per nessuno e con una lotta serrata anche nelle altre classi.

Il programma di manifestazione prevede per domani la disputa a partire dalle ore 9.30 delle verifiche amministrative e tecniche che si svolgeranno presso la Concessionaria Renault Guglielmo De Nuzzo di Casarano e che si protrarranno fino alle ore 12.30. Il via ufficiale della gara è invece fissato, in ordine numerico invertito, alle 18.01 da Piazza San Domenico; da qui la carovana si muoverà verso la Pista Salentina di Torre San Giovanni-Marina di Ugento dove alle ore 18.55 prenderà il via la prova spettacolo (ingresso a pagamento, costo del biglietto 2 euro). Immediatamente dopo i concorrenti rientreranno a Casarano per la chiusura di giornata con l’ingresso nel riordino notturno previsto in Piazza San Domenico a partire dalle ore 19.35. Domenica mattina le vetture lasceranno il parco chiuso alle ore 8.31 per darsi battaglia lungo le rimanenti e selettive sei prove speciali (Marina di Pescoluse e Punta Ristola da ripetere tre volte). L’arrivo del primo concorrente, con a seguire la premiazione finale è previsto a partire dalle ore 18.00 sempre in Piazza San Domenico. Nella sua totalità il percorso di gara misura 301,36 km e comprende 7 prove speciali pari a una distanza cronometrata di 75,74 chilometri.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

2 × tre =