La Corte d’Appello di Lecce ha confermato la legittimità dell’operato dei Vigili Urbani di Lecce in ordine alle sanzioni per violazioni al Codice della Strada – relative all’attraversamento di un incrocio con semaforo a luce rossa – rilevate con impianti idonei ed omologati secondo le vigenti prescrizioni.

Con una sentenza del 2 aprile 2013, infatti, il giudice Paolo Moroni ha rigettato l’appello proposto da un privato cittadino avverso la sentenza del giudice di pace che lo aveva già visto soccombente, condannandolo al pagamento – oltre all’importo della sanzione, pari a euro 165 – delle spese e competenze del 2° grado di giudizio, liquidate in 650 euro.

La comunicazione giunge dal sindaco Paolo Perrone e dall’assessore al Contenzioso, Luigi Coclite.

 

 

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciotto + diciotto =