Si è presentata nella Questura di Lecce con una ferita da arma da taglio alla testa. Protagonista è una giovane nigeriana, di 24 anni, che sabato sera ha raggiunto la sede della polizia, dopo essere stata picchiata e colpita al capo da un coltello, impugnato dal compagno.

La cittadina extracomunitaria, visibilmente scossa per quanto accaduto, ha raccontato agli agenti di polizia di essere stata aggredita dal suo fidanzato, anch’esso nigeriano, al culmine di un’accesa ed animata lite domestica.

Un’ambulanza del 118 ha raggiunto gli uffici di viale Otranto, a Lecce, per prestare soccorso alla giovane donna, che fortunatamente ha riportato soltanto una ferita al cuoio capelluto, giudicata guaribile in tre giorni.

Ascoltato il racconto della nigeriana, gli agenti di polizia hanno eseguito un sopralluogo nell’abitazione della vittima, accertando che in casa vi era stato un litigio piuttosto animato, data la presenza di numerose suppellettili mandate in frantumi e l’appartamento a soqquadro. Tuttavia, la donna non ha, ad oggi, sporto denuncia nei confronti del compagno.