DSCN1095Continua la lotta dei carabinieri all’abusivismo a Porto Cesareo, grazie soprattutto ai cittadini cesarini che stanno partecipando attivamente grazie alle segnalazioni telefoniche. Ben due ne sono arrivate quest’oggi. La prima riferiva di una villa in costruzione in via Anassimene. Sono intervenuti i carabinieri della Stazione di Porto Cesareo che, appurata la totale assenza di qualsiasi autorizzazione, hanno sequestrato il rustico dell’intera villa, composta da due mini-appartamenti e dal muro di cinta. In tutto gli immobili sono grandi circa 150 metri quadrati l’uno. In più è stato sequestrato il muro di cinta di circa 74 metri. Sono stati denunciati a piede libero i tre proprietari del fondo, agricolo secondo il PUG, che si sarebbero spartiti i due immobili: una coppia di sposi di Nardò e la mamma di lei, sempre di Nardò.

Nel primo pomeriggio una seconda telefonata ha segnalato la presenza di ruspe al lavoro in un lido storico di Porto Cesareo. I militari della Stazione hanno quindi constatato che le ruspe erano al lavoro per smantellare due manufatti. I cc hanno lasciato procedere le operazioni non prima di aver documentato fotograficamente i manufatti per procedere alle verifiche del caso.