04-04-2013_must-in-artProtagonista della cronaca cittadina di questi giorni, ancora una volta il MUST di Lecce, il museo storico della città che diventa contenitore non solo di mostre e installazioni ma anche di eventi culturali di grande importanza.

Il progetto si chiama “MUST in Art” e lega la splendida struttura dell’ex monastero delle clarisse ad una serie di appuntamenti artistico culturali. A cominciare da domenica 7 aprile con la rassegna “Tra musica e parole”, che continuerà per tutte le domeniche di aprile fino al 28.

Ogni pomeriggio, alle 19, si esibiranno alcuni importanti musicisti a livello locale, accompagnati dalla lettura di poesie o di brani in prosa, aperta a tutta la cittadinanza. Basterà infatti, prenotare la propria performance per poter diventare protagonista dell’iniziativa culturale del MUST.

L’ingresso è gratuito e i costi per la realizzazione sono stati bassissimi, circa 2000 euro. Pochi spiccioli se si pensa che i cittadini potranno assistere alle performance di bravissimi artisti, alcuni anche molto giovani: si tratta del Terminal Quartett, che apre la rassegna domenica 7 e formata da Raffaella Palumbo e Anna Romito al clarinetto, Antonio De Santis al fagotto e Michele Bianco alla fisarmonica. Tutti e quattro poco più che 20enni daranno prova della propria bravura su musiche jazz. Altra serata jazz, domenica 14 aprile con il duo Francesco Massaro al sax e Rocco Nigro alla fisarmonica. Domenica 21 e 28 aprile invece, si torna al classico con i duo formati da Cosetta Carbonara al flauto e Giulietta Keti Ritacca all’arpa e da Laura Ferulli al violoncello e Marco Donatelli al fagotto.

“Il museo della città si sta trasformando sempre più nel museo della cittadinanza”, ha espresso il dirigente del settore cultura arch. Nicola Elia, che ha presenziato alla conferenza di questa mattina a Palazzo Carafa, assieme all’assessore Luigi Coclite e al presidente dell’associazione Nireo Eraldo Martucci. Durante la conferenza infatti, è stato presentato il progetto MUST in Art che continuerà per tutto l’anno fino a dicembre, con diverse iniziative tra mostre, spettacoli e animazioni e che renderanno protagonista il museo cittadino.

“Questo di domenica sarà l’appuntamento numero zero e come ogni numero zero sono convinto avrà successo.” Ha commentato l’assessore Coclite. “Avremo modo di avvicinare le persone alla lettura e già abbiamo avuto alcune adesioni alla serata, ancora prima di questa conferenza. Siamo contenti di usare il MUST in maniera differente e attirare l’attenzione della cittadinanza con iniziative così particolari.”

Roberta Mazzotta

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.