CRONACA_prostituzione 2È stata ascoltata ieri mattina negli uffici della Procura la donna neretina che avrebbe deciso di prostituirsi, molto probabilmente con la complicità del marito, per riuscire a mantenere la famiglia, non avendo trovato altre soluzioni per andare avanti. Si sarebbe però prostituita davanti alla figlia di 9 anni, che accompagnava la madre aspettandola all’esterno di un edificio. Pare inoltre che in un’occasione la minore avrebbe partecipato a un incontro.

La faccenda è però arrivata alle orecchie dei militari della compagnia di Nardò, che in pochi giorni, grazie anche ai servizi sociali del comune neretino, hanno ricostruito i fatti, e ora indagano sul ruolo del padre della bambina che avrebbe addirittura procurato dei clienti. Numerose le testimonianze raccolte.

La piccola è stata allontanata dai genitori con un provvedimento del Tribunale dei minorenni.