E’ stato prosciolto perché il fatto non costituisce reato, il maresciallo dei carabinieri che si è occupato delle indagini sul Alfarano, l’allenatore di Tricase accusato di aver abusato dei suoi allievi.

Si è svolta in mattinata l’udienza preliminare davanti al giudice Carlo Cazzella.

Vincenzo Alfarano, l’allenatore 54enne di Tricase, fu arrestato nell’ottobre scorso con l’accusa di violenza sessuale, induzione alla prostituzione, pornografia minorile, atti persecutori e molestie.

Le accuse nei confronti del militare non avevano nulla a che fare con gli abusi.

Il militare, in quanto pubblico ufficiale, avrebbe omesso di comunicare alla Procura, la notizia di reato relativa alle presunte violenze commesse da Alfarano.

Le segnalazioni, secondo l’Accusa, gli sarebbero giunte prima dell’apertura del fascicolo d’indagine che ha poi condotto all’arresto dell’allenatore.

Il militare era assistito dall’avvocato Luigi Piccinni.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 × uno =