mostra-105Il Lecce calcio compie 105 anni e quest’anno i festeggiamenti avranno qualcosa in più: si tratta di Passione Lecce 105, la mostra storica che ripercorre il glorioso percorso di una squadra che da sempre è stata un punto di riferimento per i tifosi salentini.

La rassegna in programma dal 24 aprile al 1 maggio, nasce dalla volontà dell’associazione “Lecce in Azione” – con la collaborazione di “Noi Lecce” e “Salento GialloRosso” – di ripercorrere la storia del Lecce e di ricordare ai leccesi quanto questa squadra, recentemente vittima del declassamento in Lega Pro, abbia vantato per decenni grandi vittorie che rivivono ancora nei ricordi dei leccesi e soprattutto dei tifosi più fedeli.

Si deve a loro infatti, una parte di questa mostra, nel quale potremo trovare diversi cimeli storici riguardanti la squadra, gentilmente concessi per la durata della rassegna. Assieme ai sacri cimeli, saranno trasmessi i video di partite che hanno segnato la storia del Lecce e che pochi potranno scordare. Come Lecce-Cremonese 4-1 del 1987, Bari-Lecce 0-1 del 1992, Juventus-Lecce 3-4 del 2003 e Lecce-Lazio 5-3 del 2004. Queste sono solo alcune delle proiezioni che accompagneranno la rassegna nei suoi 7 giorni, a cui poi si aggiungeranno anche testimonianze dei vecchi e nuovi protagonisti di questa squadra che nonostante le vicissitudini non cessa di rimanere nel cuore dei suoi tifosi.

“Dopo 15 anni di successi, il Lecce ha dovuto pagare lo scotto di un’ingiustizia” ha spiegato l’assessore alla cultura Luigi Coclite, che ha presenziato alla conferenza di questa mattina a Palazzo Carafa. “Abbiamo perciò voluto, in questo anno difficile in Lega Pro, festeggiare diversamente il compleanno del Lecce proprio per ricordare alle nuove generazioni gli onori e i successi più famosi di questa squadra. Per capire in senso lato, cos’è stato il Lecce nella storia, quando non esisteva il digitale e ogni domenica c’era il pullman che dalla provincia arrivava carico di tifosi, quando lo stadio era pieno perché tutti ci andavano e la Curva era al massimo o ancora quando il Lecce giocava nello stadio dell’Ex Carlo Pranzo, che ora non esiste più. E che questi ricordi rappresentino un momento di aggregazione in questo periodo difficile.”

Presenti questa mattina in conferenza anche Savino Tesoro, il consigliere Massimo Alfarano e molti rappresentanti del Lecce Calcio che ne hanno fatto la storia, tra cui il capitano Giacomazzi, che ha espresso il proprio orgoglio nell’indossare la maglia giallo-rossa.

“Portare per 11 anni questa maglia è una cosa che mi onora , tanto che è diventata per me come una seconda pelle ma sentire tutti i vostri racconti, di tante partite, battaglie vinte di 105 anni, mi fa capire che i miei anni non sono nulla. Ringrazio le persone che mi hanno permesso di indossare questi colori e spero che questa iniziativa ci renda più uniti per combattere le ingiustizie e riportare il Lecce in serie B e in serie A. Ma anche per riportare la gente al campo, perché se voi tifosi ci siete per noi anche in Lega Pro è come essere a casa.”

Roberta Mazzotta

 

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

sei − cinque =