In una lettera inviata al direttore dell’Agenzia del Territorio, Gabriella Alemanno e al direttore dell’Agenzia del Territorio di Lecce, Antonio Carbonara, il sindaco Paolo Perrone ha chiesto nuovamente e con immediatezza la sospensione del processo di revisione del classamento delle unità immobiliari “per non arrecare ulteriori pregiudizi all’Amministrazione Comunale e ai cittadini interessati”.

“Alla luce dei recenti provvedimenti cautelari emessi grazie ai quali sono state concesse dodici sospensive e sono state rigettare quattro istanze – sottolinea il primo cittadino – ritengo inutile continuare in defatiganti contenziosi che vedono, come ricorrenti, sia numerosissimi miei concittadini innanzi alla Commissione tributaria provinciale, sia diverse associazioni di consumatori che il Comune di Lecce dinanzi al Tar. Si tratta  di contenziosi che – come ha accertato la Commissione tributaria provinciale – potrebbero avere esito negativo nei confronti dell’Agenzia del Territorio”.

Di qui l’invito del sindaco Perrone ai vertici dell’ex Catasto a “sospendere gli effetti del procedimento di riclassamento automatico degli immobili”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 × 5 =