Il giorno di Pasquetta era riuscita in qualche modo ad impossessarsi delle chiavi di casa di un’amica e in mattinata ha tentato il furto nella sua abitazione, ma è stata scoperta ed arrestata.

In manette è finita una 27enne leccese, F.E. le sue iniziali, arrestata dagli agenti delle volanti.

La ragazza – come ricostruito dagli agenti – il lunedì dell’Angelo, approfittando di un momento di distrazione della figlia della padrona di casa, era riuscito a sottrarre le chiavi del suo appartamento. L’uso di quelle chiavi rubate, tuttavia, sarebbe stato illecito. La 27enne infatti le avrebbe usate per entrare in casa e rubare oggetti preziosi.

L’episodio del quale è accusata è avvenuto in mattinata, in via Alessandria, al quinto piano di un condominio, dove era stata segnalata la presenza di una persona sospetta all’interno di un appartamento dello stabile .

Le Volanti, accorse rapidamente in zona, sono riuscite a bloccare la ladra sul retro dello stabile, dove un’anziana, implorando aiuto, stava tentando di non farla fuggire. Rapidi,i poliziotti hanno bloccato la 27enne, raggiunta dopo un breve inseguimento.

Nello stesso frangente, la proprietaria dell’appartamento derubato ha raccontato agli agenti che la giovane si era appena resa protagonista di un furto in casa sua: rientrata a casa con le buste della spesa, ha notato la porta d’ingresso aperta. In un primo momento ha pensato che fosse rientrato uno dei figli, ma si è poi imbattuta nella 27enne, proveniente dalla camera da letto, che, per guadagnare l’uscita, non ha esitato a scaraventare la padrona di casa contro al muro.

Ormai scoperta, la ladra si è dileguata imboccando la rampa delle scale, cercando di disfarsi di parte della refurtiva.

Una volta bloccata, la 27enne leccese ha consegnato, di sua spontanea volontà, un mazzo di chiavi ed alcuni oggetti preziosi, riconosciuti dalla vittima in sede di denuncia. La giovane, su disposizione del Pm di turno, è stata accompagnata agli arresti domiciliari.

 

 

 

 

CONDIVIDI