rolexHa tradito la fiducia dell’amico rubandogli il Rolex lasciatogli in eredità dai genitori. Ai carabinieri, risaliti fino a lui dopo un’accurata indagine, ha riferito di averlo trovato per terra. Ma i militari non gli hanno creduto ed è stato denunciato.
Nei guai è finito un gallipolino di 24 anni, A.A. le sue iniziali, denunciato dai carabinieri della stazione di Gallipoli per il reato di ricettazione.
La vicenda risale a qualche giorno fa, quando i militari sono stati allertati da un ragazzo, che aveva subito il furto, presso la sua abitazione, di un orologio Rolex in oro, del valore di circa 2000 euro. Tuttavia, il padrone di casa ha riferito ai carabinieri che era stato rubato soltanto l’orologio, mentre gli altri preziosi erano al loro posto. Proprio questa anomalia ha indirizzato gli investigatori verso unapersona vicina alla vittima e così hanno iniziato a raccogliere più elementi possibili, per far luce sulla vicenda. Prima tappa dei militari, i compro-oro della zona: chi aveva compiuto il furto, infatti, con ogni probabilità avrebbe rivenduto il Rolex in oro in una di queste attività, per guadagnarci un bel gruzzoletto e fare sparire le prove del reato.
I carabinieri ci hanno visto giusto. Durante i numerosi controlli ai compro-oro della città, infatti, é spuntato il nome che stavano cercando e il cinturino in oro dell’orologio oggetto di furto. Risaliti al venditore, i militari si sono recati dall’autore del furto, il quale, capito che ormai non aveva altre soluzioni, ha consegnato ai militari anche le parti mancanti dell’orologio ancora in suo possesso e cioè tutta la cassa in oro. Il 24enne si é giustificato dicendo che non é stato lui a perpetrare il furto ma di aver rinvenuto casualmente l’orologio a terra. Ovviamente non è stato creduto ed è stato deunciato per ricettazione, mentre l’oggetto è stato restituito al legittimo proprietario. Smontato, ma completo di tutto.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciassette − dieci =