Sequestratati dai militari della Guardia Costiera, congiuntamente al personale della locale stazione dei Carabinieri e dell’ASL, circa 700 esemplari di ricci sprovvisti del bollo sanitario e venduti in prossimità del lungomare di Gallipoli.

Infatti, la normativa in materia di sicurezza alimentare della Comunità Europea assimila i ricci di mare ai molluschi bivalvi, prevedendo nella fattispecie la presenza del bollo sanitario. Per ottenere il rilascio del bollo sanitario gli echinodermi devono essere consegnati ad un Centro di Spedizione Molluschi autorizzato che rilascia il predetto bollo necessario ai fini della commercializzazione del prodotto.

Gli esemplari di echinoderma, tutti vivi e vitali, sono stati sequestrati e successivamente, rigettati in mare, con elevazione di una sanzione amministrativa pari a € 2.000,00.