Un patteggiamento, una posizione stralciata e cinque rinvii a giudizio. Si è chiusa così l’udienza preliminare dinanzi al gup Vincenzo Brancato per una rissa avvenuta il 29 ottobre del 2009 a Castiglione, frazione di Andrano. Danilo Corona, 25enne di Tricase, difeso dall’avvocato Luigi Rella, ha patteggiato a quattro mesi e 20 giorni, pena sospesa, con l’accusa di rissa e resistenza a un pubblico ufficiale mentre la posizione di Federico Panico, 22enne di Tricase, è stata stralciata per un difetto di notifica all’avvocato difensore, Nunzio Dell’Abate. Tutti gli altri, Marco Farina, 30enne, Cristian Fersini, di 25, Ivan Fersini, di 24 e Antonio Cosi, 22, tutti di Tricase, sono stati rinviati a giudizio. Il processo si aprirà il prossimo 2 luglio dinanzi al Giudice del Tribunale di Tricase. La rissa, secondo le indagini, fu la risposta ad un ferimento avvenuto il giorno prima di un giovane di Tricase spedito in ospedale con una prognosi di 40 giorni. Gli amici, a quel punto, avrebbero organizzato la spedizione punitiva raggiungendo il vicino paese e dopo aver cercato, invano, il responsabile del ferimento, si sarebbero scagliati su altri ragazzi nel corso di una rissa compiuta lanciando sassi e bottiglie. All’arrivo dei carabinieri, la situazione non si acchetò. Tutt’altro: tre ragazzi, infatti, vennero anche arrestati per resistenza a pubblico ufficiale e fu sequestrato anche un tirapugni. Il collegio difensivo era completato dagli avvocati Tony Indino e Luigi Piccinni.

F.O.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

3 × 5 =