CAZZELLA CARMINESono stati sorpresi dalla polizia mentre armeggiavano vicino ad un ciclomotore, cercando di forzarlo con arnesi da scasso, e sono finiti nei guai. Si tratta di Cazzella Carmine, un 24enne leccese, e G. M., minorenne.

È accaduto ieri sera cinque minuti prima della mezzanotte in via Pistoia.

Con l’ausilio di un’altra volante, gli agenti provvedevano a chiudere la strada opposta per bloccare ogni eventuale via di fuga e successivamente si avvicinavano ai due ragazzi per controllarli.

In quel frangente, i due si allontanavano dallo scooter e cercavano invano di nascondersi tra le auto parcheggiate.

Lo scooter che avevano tentato di portare via presentava diverse parti danneggiate, nonché frammenti di carrozzeria per terra.

Inoltre, proprio nei pressi dell’auto dove i due giovani avevano tentato di nascondersi veniva rinvenuto un cacciavite e un borsello da uomo di colore beige contenente arnesi atti allo scasso.

Il Cazzella veniva posto agli arresti domiciliari per tentato furto aggravato e possesso di arnesi atti allo scasso, in concorso con il minorenne, per il quale scattava la denuncia i stato di libertà in ordine allo stesso reato.