E’ appena trentaquattrenne Matthieu Mantanus, il direttore che venerdì 19 aprile, alle 21.00, dirigerà il terzo appuntamento della Stagione Sinfonica di Primavera dell’Orchestra Tito Schipa di Lecce – la prima firmata dal nuovo direttore artistico, il compositore salentino Ivan Fedele al Politeama Greco di Lecce.

Pianista e violoncellista, allievo di Bruno Aprea, così spiega sul suo sito la decisione di dedicarsi alla direzione: “Il lavoro con l’orchestra riusciva a darmi una dimensione di condivisione, della quale il pianoforte – strumento decisamente più solitario – un po’ mi privava”. Mantanus, fra l’altro, ha fondato sue orchestre giovanili, ha diretto il primo concerto in un carcere penitenziario, quello di Bollate, a Milano, ed è autore del libro per bambini, “Una giornata eroica” (Feltrinelli), in cui racconta di un direttore che porta i suoi figli, di 11 e 6 anni, alla prova del concerto di Beethoven (la Sinfonia n. 3 detta l’Eroica, appunto), facendoli entrare in contatto con i musicisti che spiegano i loro strumenti, con la storia della musica e di Beethoven.

La prima parte del concerto di venerdì sarà dedicata al genio di Maurice Ravel: prevede, infatti, l’esecuzione di Pavane pour une infante défunte, opera giovanile del compositore, inizialmente per pianoforte, poi orchestrata con grande apprezzamento del pubblico nel 1910, seguita da Ma mere l’oye, suite per orchestra ispirata all’omonima fiaba di Charles Perrault. Nella seconda parte, invece, spazio a un’altra celebre suite, quella da L’uccello di fuoco di Igor Stravinskij.

Il concerto sarà replicato anche sabato 20 aprile, al Teatro Paolo Grassi di Cisternino (ore 21).

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

20 − sette =