Accusato di usura è finito sotto processo un assicuratore di Nardò. Si tratta di Giuseppe Calignano, assistito dagli avvocati Lucio Calabrese e Giuseppe Bonsegna.

Tra la fine del 2008 e il 2009, avrebbe costretto la sua presunta vittima, un agente di commercio del posto a restituirgli circa 10mila euro che gli aveva prestato, con tassi usurari che in un’occasione avrebbero raggiunto anche il 324 per cento annuo.

L’uomo avrebbe così accumulato debiti per diverse migliaia di euro. Per questo si sarebbe fatto convincere ad inscenare un incidente stradale, in modo da pagare, con i soldi incassati dall’assicurazione, i suoi debiti.

L’udienza preliminare si è svolta davanti al giudice Cinzia Vergine che ha rinviato l’imputato a giudizio.

La presunta vittima si è costituita parte civile con l’avvocato Giovanni Colomba.

Il processo si aprirà il prossimo 10 luglio davanti alla prima sezione Collegiale del Tribunale di Lecce.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

18 + 11 =