Il vertice di oggi
Il vertice di oggi
Il vertice di oggi

Il Presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone e il Sindaco di Lecce Paolo Perrone hanno incontrato in mattinata i vertici di INPS e tutti i responsabili provinciali dei sindacati, per fare il punto circa
l’erogazione o meno in tempi rapidi delle mensilita’ di cassa integrazione arretrate per centinaia di lavoratori
salentini. Una situazione che si acutizza con il trascorrere del tempo e che blocca di fatto l’economia dell’intero territorio. Le famiglie oltre a non percepire la cassa integrazione, vivono anche la precarietà del posto di lavoro che potrebbero perdere da un momento all’altro. Nella lettera a firma del presidente della provincia Antonio Gabellone, prodotta a seguito del vertice, si mette in evidenza la necessità di agire tempestivamente per porre rimedio ad una situazione che sta diventando insostenibile per centinaia di lavoratori.

“Le Istituzioni territoriali, le Parti datoriali e le Organizzazioni sindacali concordano sulla necessità che l’INPS debba fornire un tempestivo riscontro ma rilevano che l’operatività in merito dello stesso Istituto è limitata dalle attuali disposizioni ministeriali che consentono alle competenti sedi dell’INPS di erogare ratei in anticipazione limitatamente a due mensilità. Considerato il dettato della Legge di Stabilità che, a partire dal gennaio 2013, prevede l’impossibilità di anticipare quattro mensilità e rilevato che l’INPS di Lecce, a tutt’oggi, per l’anno 2012, ha erogato ratei in anticipazione che non incidono sull’ultimo periodo novembre-dicembre, con la presente si chiede di poter autorizzare le competenti sedi all’erogazione dei ratei mensili in anticipazione in vigenza delle autorizzazioni già decretate dalla Regione Puglia”.

Una situazione che le istituzioni locali pongono all’attenzione del Ministero del Lavoro, e dell’assessorato regionale alle Politiche del Lavoro, in riferimento al disagio che i lavoratori e i sindacati, in diverse occasioni hanno manifestato.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

2 + 19 =