Tie-break fatale per il Casarano che nella sfida di sabato con il Gaeta saluta, almeno momentaneamente, il terzo posto. Di fronte un avversario in salute, in cerca di punti utili per la salvezza, i rossazzurri non vanno oltre il 3-2, dopo una gara dall’andamento altalenante. Reduci da due settimane di allenamenti condizionati dal qualche acciaccato di troppo, Battilotti e soci cedono il primo set che, dopo una bella serie di scambi, si chiude sul 25-23. Diverso, invece, l’andamento del secondo parziale. I rossazzurri si portano in avanti sin da subito e, dopo 27 minuti di gioco, pareggiano il conto dei set con un 22-25. I padroni di casa, forti del calore del pubblico amico, si riportano in avanti immediatamente, con uno schiacciante 25-19. Quando la partita sembra essersi indirizzata in favore dei laziali, ecco che arriva l’ennesima reazione rossazzurra. Dopo un iniziale svantaggio, gli uomini di Licchelli tirano fuori l’orgoglio e conquistano il quarto set: 21-25. Al tie-break le due formazioni si affrontano a viso aperto, almeno sino al 10-12. La coppia arbitrale prende una decisione quantomeno discutibile che permette al Gaeta il recupero. Dopo 20 minuti di gioco i laziali conquistano set (16-14) e match, tra gli applausi dei presenti. Dopo quattro risultati utili consecutivi, arriva uno stop per la truppa di coach Licchelli. La classifica adesso recita quarto posto, ad un solo punto dall’ultima posizione utile per l’ingresso ai playoff ora occupata dal Potenza. Il prossimo turno vedrà il Casarano affrontare la capolista Castellana.

GAETA-CASARANO 3-2

Parziali set: 25-23, 22-25, 25-19, 21-25, 16-14

Gaeta: Valenti 2, Beltran 17, Miscione 17, Ranieri, Tenti 15, Marino 18, Durante 18, Di Nucci L., Campanini, De Leo. Allenatore: Bove.

Casarano: Laterza 2, Dal Molin 22, Musardo 10, Anastasia 4, Forte 16, Battilotti 19, Bisanti L., Torsello, Guarini, Coi. Allenatore: Licchelli.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

9 + dodici =