cronaca_guardia costiera finanzaLa Guardia di Finanza regionale e l’A.R.P.A. Puglia hanno firmato questa mattina un protocollo d’intesa per il controllo delle acque.

I due organi hanno stipulato, sin dal 2008, una convenzione per l’attivazione di uno “spazio comune” per il monitoraggio, la vigilanza ed il contrasto alle violazioni riguardanti le immissioni inquinanti nei corpi idrici superficiali (mare territoriale ed acque interne) e nelle acque di balneazione della regione Puglia, per contrastare i reati ambientali sotto il profilo economico-finanziario.

La convenzione affida alla Guardia di Finanza l’avvio di una campagna di monitoraggio realizzata con la collaborazione di tecnici dell’ARPA Puglia, ai quali spetta il compito di riscontrare, attraverso controlli analitici e la verifica dei livelli di contaminazione, le potenziali situazioni di rischio ambientale, segnalandole successivamente ai reparti territoriali; questi ultimi hanno quindi facoltà di indirizzare le attività verso quegli illeciti, caratterizzati da più rilevanti profili economico-finanziari, realizzati da organizzazioni criminali.

Si tratta di un eccellente esempio di collaborazione tra Istituzioni (sono ben 1600 le missioni di controllo effettuate sinora) operanti nell’interesse della collettività e a difesa del delicato equilibrio ambientale del territorio regionale; tale evidenza testimonia l’impegno che le Fiamme Gialle profondono sul territorio, il cui patrimonio economico ed ambientale va preservato, custodito e difeso da ogni forma di aggressione.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 × due =