Due condanne in abbreviato con le accuse di porto e detenzione abusiva d’arma clandestina e ricettazione. Il gup Cinzia Vergine, così come richiesto dal procuratore aggiunto Antonio De Donno, ha inflitto due anni e due mesi di reclusione nei confronti di Giovanni De Mitri, 62enne, assistito dagli avvocati Nicola Caroli e Chiara Fanigliulo. Il giudice ha anche disposto per l’imputato il pagamento di una multa di 7 mila euro. Cosimo Conversano, invece, 56enne residente a Lecce così come De Mitri, difeso dall’avvocato Michele Palazzo, è stato condannato ad un anno e dieci mesi di reclusione. I due finirono nei guai nella notte tra il 17 e il 18 dicembre del 2011 quando furono fermati dai carabinieri della Compagnia di Campi Salentina nei pressi della masseria “La Zanzara” ad una manciata di chilometri da Porto Cesareo.

F.O.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 + venti =