“ In un momento di forte crisi come quello attuale, è necessario trovare immediatamente un modo per sostenere i cittadini nelle difficoltà economiche quotidiane. Mai come ora, si è reso necessario un intervento tempestivo della politica nella tutela degli immobili dei cittadini e nel garantire la certezza di alloggio a coloro che improvvisamente si trovano a non riuscire più a fronteggiare la gravosità di un affitto mensile ed al pagamento delle rate di mutuo”. Così tuona l’ass. Filomena D’Antini Solero, assessore provinciale alle Politiche Sociali alla Provincia di Lecce.

 

Secondo l’Assessor D’Antini, necessario sarebbe attivare immediatamente un Piano Nazionale Emergenze abitative, che blocchi immediatamente e per il tempo necessario ad una ripresa economica, i pignoramenti immobiliare della prima casa e contestualmente preveda tempi più lunghi per rendere esecutive le ordinanze di rilascio degli immobili. e preveda altresi il blocco gli sfratti per morosità incolpevole,atteso che il precedente governo ha bloccato solo gli degli sfratti per finita locazione, che rappresentano solo una minima percentuale rispetto agli sfratti in corso.

 

“ Come Provincia” continua ‘Assessore “ siamo intervenuti con il microcredito di solidarietà per le famiglie indigenti,ancora in corso, che sta sostenendo ben 134 famigle. Sono stati stanziati, infatti, 10.000 euro a famiglia, erogati grazie ad una sinergia con l’Istituto di credito UNICREDIT. Il quest’operazione, importante è stata la Provincia, la quale si è accollata interamente gli interessi passivi ed ha istituito un fondo di garanzia per coprire eventuali insolvenze. Le famiglie hanno avuto la possibilità di restituire l’importo erogato in 60 rate mensili.”

“ l’Auspicio è pertanto”, conclude l’ass.l D’Antini, “che il Governo intervenga quanto prima con misure a sostegno delle famiglie in un momento in cui la grave crisi economica può ingenerare suicidi, come accaduto e causare gravi drammi familiari.”

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

4 − due =