Otto migranti, appena sbarcati, rintracciati a terra e una imbarcazione alla deriva recuperata: e’ il bilancio dell’operazione di ricerca e soccorso messa in moto dalla Guardia di Costiera di Gallipoli, in provincia di Lecce, a circa 10 miglia dalle coste italiane di Tricase, dopo la segnalazione telefonica pervenuta alla Centrale Operativa del Comando Generale delle Capitaneria di Porto, da parte della Polizia Greca. Il mezzo, con cittadini extracomunitari a bordo, era partita dall’isola di Fano’, in Grecia. Sono state attivate tutte le procedure previste dal Piano Nazionale Sar sotto il coordinamento della Direzione Marittima di Bari. Alle ricerche hanno preso parte: due aeromobili delle Capitanerie di Porto decollati da Pescara e da Catania, tre motovedette delle Capitaneria di Gallipoli, degli Uffici Circondariali Marittimi di Otranto e di Santa Maria di Leuca, ed un pattugliatore della Guardia di Finanza. Otto migranti sono stati rintracciati nei pressi del porto di Tricase. L’imbarcazione alla deriva e’ stata recuperata a circa 500 metri dal comune di Tiggiano da una delle motovedette. Gli extracomunitari rintracciati sono apparsi in buone condizioni di salute e sono stati trasferiti presso il centro di accoglienza di Otranto ‘Don Tonino Bello’ per il completamento dell’identificazione e gli atti di polizia giudiziaria di rito. Dalle prime indagini, gli 8 migranti risultano essere 3 di nazionalita’ pakistana e 5 di afghana. Dalle dichiarazioni assunte, si e’ appreso che in totale i migranti sbarcati sono stati 10. Continuano le ricerche a terra dei 2 non ancora rintracciati.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

dodici + 19 =