Il sindaco Paolo Perrone ha nominato l’avvocato Daniele Montinaro, Consigliere Comunale di Lecce, il compito di “suo referente per attività finalizzate per le iniziative di competenza di questa Amministrazione in ordine alla problematica inerente la realizzazione di una cittadella della giustizia, seguendo le diverse questioni sia a livello legislativo che logistico”.

“Ringrazio il sindaco Perrone – ha detto il Consigliere Daniele Montinaro – per avermi offerto questa opportunità. Mi auguro di poter riuscire a centrare l’ambito traguardo della Cittadella della Giustizia, un progetto – del quale si parla da decenni – che sta a cuore a questa Amministrazione e che è diventato fondamentale per razionalizzare tutti gli uffici giudiziari”.

“La delega assegnata al Consigliere Montinaro – afferma il sindaco Paolo Perrone – rappresenta la conferma dell’impegno profuso dalla nostra Amministrazione verso la realizzazione della Cittadella della Giustizia. Intendiamo dare forza e concretezza a tale obiettivo inserendo il progetto all’interno del Piano triennale delle opere pubbliche e del costruendo Pug. E’ giunto il momento di ridisegnare la geografia giudiziaria: ecco perché nella Lecce del futuro dovrà trovare necessariamente posto la Cittadella della Giustizia, autentico strumento di sviluppo del nostro territorio”.

Per raggiungere questo obiettivo l’Amministrazione Comunale avvierà un percorso partecipativo coinvolgendo magistrati, avvocati, personale amministrativo del Tribunale e rappresentanti delle Amministrazioni locali. Successivamente saranno individuati gli strumenti normativi e tecnici, come il project financing, e la localizzazione della struttura stessa.

“Riprendere la via della Cittadella della Giustizia – spiega il Consigliere Montinaro – è un argomento antico ma mai come ora attuale per accorpare tutte le sezioni dei Tribunali – così come previsto dalla nuova normativa – unendo nello stesso luogo tutte le giurisdizioni (civile, penale, amministrativa e tributaria) ora sparse per la città e il territorio. Ritengo sia dispendioso e soprattutto inefficiente per i cittadini e per tutti gli operatori, avere ben undici uffici del Giudice di Pace e ben sette sezioni staccate di Tribunale concentrate in pochissimi chilometri. La soluzione non potrà mai essere quella di accorpare tutte le sezioni al Tribunale di Lecce: è un’ipotesi assolutamente impossibile ed irreale che non tiene conto dei carichi di lavoro del personale, dei disagi arrecati agli utenti e delle attuali strutture del tutto inadeguate ad una decorosa amministrazione della giustizia”.

“Creare la Cittadella della Giustizia – ha concluso Montinaro – significherebbe anche omaggiare una terra che ha saputo regalare al nostro Paese giuristi e studiosi del diritto che hanno contribuito alla crescita dello Stato di Diritto”.

 

 

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

otto + 15 =