crifiuDopo la vittoria assoluta all’1mFestival e l’esibizione sul palco del
“Concertone del Primo Maggio di Roma”, attualmente impegnati nella
promozione del nuovo singolo “Cuori e Confini” (in rotazione radiofonica
e sul web con il nuovo videoclip firmato Calibro9), i “Crifiu” ripartono
per il lungo tour estivo che porterà la band salentina in Italia e
all’estero. Venerdì 31 maggio dalle 22.30 – ingresso gratuito,
primo appuntamento della stagione sui prati dell’Alborhè beach di
Marina di Andrano (Le) con un grande evento che oltre al concerto dei
Crifiu ospiterà anche Morrison Hotel (ore 21.00) e Street Angel Dj set.

I Crifiu sono una delle band migliori che il Salento sta esportando in
tutta Italia grazie ad una originale identità sonora e un potente
impatto scenico nei concerti dal vivo, in grado di raccogliere un sempre
più numeroso pubblico. Uno spettacolo live unico e travolgente che
mescola le sonorità del mediterraneo e della world music internazionale
al rock, al dub e all’elettronica contemporanea. Un concerto che farà
ballare ed emozionare con una scaletta ricchissima e un allestimento
scenico inedito che accoglie i brani del nuovo disco “Cuori e
Confini”, prodotto da Dilinò, distribuito da Goodfellas e promosso con
il sostegno di Puglia Sounds. Un disco originale e contemporaneo capace
di mescolare i suoni e i ritmi del mediterraneo alla potenza del rock e
dell’elettronica in un originale ed innovativo sound. Il cd vanta la
produzione artistica di Arcangelo “Kaba” Cavazzuti, già batterista di
Vasco Rossi ed ex produttore musicista dei Modena City Ramblers, e la
presenza di ospiti nazionali e internazionali, tra cui Papet J, mc dei
Massilia Sound System (Francia), Lou Dalfin, Gastone Pietrucci de La
Macina, Cisco e il salentino doc Nandu Popu dei Sud Sound System nel
primo singolo “Rock & Raï”, sintesi dell’intero album e brano di portata
popolare cantato in tutta Italia e oltre i suoi confini il cui
videoclip, girato tra il Salento e il Marocco, ha superato il mezzo
milione di visualizzazioni su Youtube.

La band, che sarà l’11 agosto sul palco dello Sziget Festival di
Budapest nel più grande festival musicale d’Europa, unisce
sapientemente chitarre elettriche, campionatori, flauti, frequenze basse
e potenti groove di batteria per disegnare un’identità originale,
potente ed evocativa con uno stile personale ed inconfondibile che svela
la freschezza del gruppo e, al tempo stesso, la maturazione artistica
raggiunta. Il gruppo salentino suona forte e fa danzare all’insegna di
una musica che mescola intuizioni diverse, oltre i confini e capace di
far parlare del Salento come di una prolifica fucina artistica da dove
provengono progetti ed idee nuove ed originali.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

2 + 12 =