lecce-carpi

Finisce con un grosso rimpianto per il Lecce, il match di questo pomeriggio al via del mare tra i giallorossi ed il Carpi: i salentini, infatti, hanno sprecato una grossa opportunità di passare da soli in vetta alla classifica di Lega Pro, girone A, non approfittando dei risultati positivi provenienti da Trapani, dove i siciliani hanno pareggiato 2 – 2 con la Reggiana. E così si deciderà tutto domenica prossima all’ultima giornata con Lecce e Trapani che si giocheranno il primo posto in trasferta, rispettivamente a Bergamo contro l’Albinoleffe (i giallorossi) e contro la Cremonese.

Dopo un primo tempo in salita a causa di due gol di Armà , dopo solo 8 minuti, che ha subito spostato gli equilibri del match in favore degli ospiti, i giallorossi sono riusciti a pareggiare con Chevanton, autore di una doppietta. Mister Toma schiera i suoi con Benassi tra i pali; Diniz, Martinez, Di Maio e Fatic in difesa; Zappacosta e De Rose in mediana; Chiricò, Bogliacino, Memushaj e Chevanton in avanti.

Partita che inizia subito in salita per i giallorossi: passano appena otto minuti e il Carpi è in vantaggio di due reti grazie ad Armà, con un bel sinistro al volo e un colpo di testa a porta vuota.

Il Lecce sembra frastornato dopo il doppio svantaggio: la doppietta del francese è una doccia gelata inaspettata e per la reazione dei padroni di casa bisogna aspettare la fine del primo tempo, con un colpo di testa di Bogliacino al ’40 che colpisce la traversa e con un calcio di rigore realizzato da Chevanton, assegnato per un fallo su Chiricò. Nella ripresa subito spazio a Jeda che prende il posto di Fatic. Ma è sempre il bomber uruguaiano, oggi più che mai leader di questa squadra e migliore in campo, a trovare il pari al 32esimo della ripresa girando al volo di sinistro una bella sponda di testa di Jeda.

Lecce: Benassi, Diniz, Fatic (1 st Jeda), Martinez, Di Maio (29 st Ferrario), De Rose, Chiricò (20 st Falco), Memushaj, Chevanton, Bogliacino, Zappacosta. A disp: Bleve, D’Ambrosio, Vinicius, Bustamante. Allenatore: Toma

Carpi: Sportiello, Letizia, Sperotto, Papini, Gagliolo, Terigi, Perini (12 st Pasciuti), Bianco, Arma (35 st Di Gaudio), Melara (12 st Kabine), Concas. A disp: Trini, Cardin, Viola, Della Rocca. Allemnatore: Brini

Marcatori: 4 e 8 pt Arma, 46 pt su rig e 32 st Chevanton

Ammoniti: 27 pt Chevanton, 45 pt Papini, 5 st Bianco, 15 st Di Maio, 17 st De Rose

Recupero: 1 min pt, 5 min st

Spettatori: 2.878 abbonati e 2.821 paganti

Arbitro: Giuseppe Cifelli di Campobasso

Assistenti: Luca Mondin di Treviso e Manuel Robilotta di Sala Consilina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1 COMMENTO

  1. Ci ha salvato anche questa volta! E’ rimasto fuori troppo tempo, nonostante avesse recuperato dagli infortuni. Ma la sua è una storia particolare. Un uomo più che amato dai tifosi, molto meno dagli allenatori che da diversi anni si alternano alla giuda della squadra.

LASCIA UN COMMENTO

13 + diciassette =