IMG-20130517-WA0004Si conclude oggi al Teatro Paisiello alle ore 18.30 il convegno internazionale di studi dal titolo “The Creative Word: Partnership Studies in World Literatures in English” promosso dal Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università del Salento.

L’incontro, a chiusura di questa tre giorni di lavori, ha come tema l’intercultura e l’integrazione e prevede un dibattito accompagnato da musica etnica.

Parteciperanno gli scrittori Gabriella Ghermandi (Etiopia/Bologna), Kossi Komla-Ebri (Togo/Ponte Lambro), Papa Ngadi Faye (Senegal/Lecce), Paolo Totaro (Italia/Sydney), Max Civili (Italia/Sydney).

Saranno inoltre presenti la danzatrice Luisa Spagna (danza indiana),il percussionista Paolo Pacciolla e il suonatore di didgeridoo Stefano Spoto.

Chiuderà la serata una performance dei Tamburellisti di Torre Paduli e una jam session con tutti i musicisti coinvolti nell’iniziativa.

L’evento intende promuovere un percorso sull’educazione alla cultura non solo come baluardo di tradizione ma come “differenza creativa”, occasione e necessità di punti di vista diversi per esplorare e ripensare la realtà quale spazio attraversato e arricchito dalle differenze.

Nei giorni scorsi,invece, hanno partecipato noti studiosi nazionali e internazionali, oltre a diversi artisti e scrittori provenienti per lo più da Paes i anglofoni (Australia, Canada, Nuova Zelanda, Stati Uniti, Filippine, Africa)ma anche da svariate nazioni europee.

Il progetto è patrocinato da Ambasciata d’Australia in Italia, Comune di Lecce, Provincia di Lecce, Comune di Otranto e Associazione nazionale docenti di anglicistica.

Alberto Capraro

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

3 × tre =