Alla vigilia della stagione estiva, vero banco di prova per la gestione di ogni marina, affiorano i primi problemi a seguito del passaggio di Casalabate dal comune di Lecce a quelli di Squinzano e Trepuzzi. Da giorni, infatti, il capoluogo salentino ha sospeso il servizio di trasporto pubblico e i nuovi comuni chiamati alla gestione della marina non hanno provveduto a sopperire a tale mancanza. “L’improvvisa sospensione del servizio di trasporto pubblico ha portato enorme disagio tra i residenti di Casalabate, soprattutto a chi non dispone di mezzi propri ed è costretto a chiedere passaggi a conoscenti o avventori occasionali, per poter raggiungere Lecce o i comuni limitrofi” dichiara Valentino Isceri, di CasaPound Italia. “La situazione più incresciosa – continua Isceri – riguarda gli studenti, iscritti alle scuole primarie di Lecce proprio per usufruire del servizio autobus e oggi costretti a raggiungere il capoluogo con mezzi propri, con relativi disagi e un aumento notevole delle spese di spostamento che grava sul bilancio familiare”. “Ci auguriamo – conclude il rappresentante di Cpi – che all’indomani del voto nel comune di Squinzano la nuova giunta, insieme a quella di Trepuzzi, provveda subito a ripristinare il servizio: il rischio, oltre al disagio quotidiano per i residenti, è che Casalabate resti isolata dal circuito turistico”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

3 − 3 =