adot-monLecce è nella rete delle città italiane che hanno aderito al progetto “La Scuola adotta un Monumento”, ideato e promosso dalla Fondazione Napoli99.

L’iniziativa, nata per sensibilizzare le giovani generazioni al rispetto e alla tutela del patrimonio storico ed ambientale, offre occasioni per sperimentare progetti di alto profilo educativo, valorizzando il ruolo centrale della scuola nella formazione della cultura. e dei comportamenti dei giovanissimi. Attraverso la simbolica “adozione” di un monumento che liberamente ogni scuola sceglie nel proprio territorio, si sviluppa nei bambini e ragazzi la conoscenza del bene culturale, ponendo anche stimoli ad averne cura, valorizzarlo e proporre soluzione nuove di utilizzo.

L’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Lecce promuove e coordina il progetto a livello locale, coinvolgendo scuole primarie e secondarie di primo grado. Al progetto – presentato questa mattina a Palazzo Carafa – hanno confermato la propria adesione diciassette scuole, inclusi due Istituti Comprensivi di Spongano e Copertino. Come per la passata edizione, nel mese di maggio, è prevista l’apertura dei Monumenti adottati, con un presidio di giovani studenti per presentare ai compagni, turisti e cittadini il lavoro realizzato, tratto dal proprio piano di ricerca storica e documentaria.

Saranno i ragazzi gli autentici protagonisti di questo progetto illustrando la storia dei nostri monumenti anche attraverso l’ausilio di strumentazione tecnologica. “Si tratta di una iniziativa dall’alto valore pedagogico”, così come ha sottolineato il vicesindaco e Assessore alla Pubblica Istruzione, Carmen Tessitore. I monumenti adottati saranno aperti al pubblico nei giorni 23, 25, 26, 29 maggio.

 

Per questa edizione l’Associazione Dimore Storiche sezione Puglia, condividendo le finalità di valorizzazione del progetto, ha ospitato nella diciannovesima edizione di Lecce Cortili Aperti tre luoghi storici: Palazzo Carafa, il Cortile della scuola De Amicis, il museo provinciale Sigismondo Castromediano.

Questi tre luoghi saranno aperti al pubblico domenica 26 maggio, dalle ore 9.30 alle ore 12.30.

 

Oltre al vicesindaco Carmen Tessitore, alla conferenza stampa hanno preso parte alcuni bambini delle classi quinte della scuola elementare Cesare Battisti (Diletta Isola, Beatrice Capone, Ilaria Tramis, Cristina Schilardi, Alessandro Caus, Chiara Arsieni, Alessandra Carbone, Sara Carlino), per l’occasione vestiti in abiti d’epoca, la dirigente del settore Pubblica Istruzione del Comune di Lecce, Annamaria Perulli e alcune dirigenti scolastiche: Rosaria Rielli (C. Battisti), Lory Zingarello (E. De Amicis), Angela Servarola (Istituto Diaz-Alighieri), Annalucia Graziuso (Istituto A. Grandi), Marcella Rizzo (Isituto Galateo-Frigole) ed Eufemia Musarò (Istituto comprensivo Spongano).

————————————————–

Per questa edizione hanno aderito al progetto “La Scuola adotta un Monumento” le seguenti scuole:

Scuole leccesi

Istituto Comprensivo Alighieri-Diaz

Istituto Comprensivo Galateo-Frigole

Istituto Comprensivo Stomeo-Zimbalo

Istituto Comprensivo Ammirato-Falcone

Scuola primaria C. Battisti

Scuola primaria E. De Amicis

Scuola primaria S. Castromediano

Scuola secondaria di primo grado A. Grandi

Scuola secondaria di primo grado Q. Ennio

Istituto Marcelline

Istituto F. Smaldone

Istituto Discepole di Gesù Eucaristico

 

Scuole in provincia

Istituto Comprensivo Falcone di Copertino

Istituto Comprensivo Scolastico di Spongano (scuole di Spongano, Ortelle e Vignacastrisi)

Leonardo Bianchi

 

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

18 − 13 =