Ha chiuso i conti con la iustizia nella maniera più veloce Massimo De Paolis, 19enne di Serrano, frazione di Carpignano Salentino, patteggiando ad un anno e quattro mesi di reclusione con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. La sentenza è stata emessa dal gup Simona Panzera dopo che l’avvocato difensore aveva concordato la pena con il sostituto procuratore Elsa Valeria Mignone. Il giovane finì in manette lo scorso 9 marzo quando i carabinieri della Stazione di Martano eseguirono l’arresto. Nella camera da letto aveva uno zaino con all’interno un borsello contenente sette involucri in cellophane con sessantatre grammi di marijuana; un involucro in cellophane con centotredici grammi della stessa sostanza nel comodino; un bilancino elettronico; quattro trita erba; un portasigarette metallico con altri cinque grammi. Nel vano sottoscala i carabinieri scoprirono uno zaino con all’interno altri cinque involucri in cellophane con circa trecentosettanta grammi di erba. Lo stupefacente venne sequestrato insieme ad ottantasette euro, provento dell’attività di spaccio. De Paolis, ora, si trova ai domiciliari.

F.O.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.